Crisi

Pagina 1 di 612345
  • Crisi, D’Antoni: “Nuovo governo lavori a patto sociale e democrazia economica”

    “I dati diffusi da Confcommercio su poverta’ e produttivita’ confermano quanto sia urgente un governo che lavori a un grande patto sociale nel segno della solidarieta’ e della partecipazione. Serve un grande accordo che garantisca pace sociale e in cui tutti gli attori del corpo sociale si sentano coinvolti nella definizione delle grandi riforme che attendono il paese”. Lo afferma Sergio D’Antoni, componente della segreteria nazionale del Partito democratico.

  • Confindustria, D’Antoni: “Analisi condivisibile, tornare a spirito del ‘92-’93″

    Condivisibile e giustificate le allarmate analisi sulle condizioni economiche del paese arrivate in questi giorni delle parti sociali, ultima in ordine di tempo quella giunta da Confindustria. L’errore più grave che si puo’ fare in questo momento e’ ignorare queste voci. Dalla crisi si esce con un sforzo comune, avviando un dialogo concertativo da cui dipende la qualita’ dell’azione riformista del prossimo governo”. Lo afferma Sergio D’Antoni, componente della segreteria nazionale del Pd.

  • Crisi, D’Antoni: “Coesione e concertazione priorità prossimo governo”

    “Per capire quali priorita’ debbano formare l’agenda del prossimo governo, e’ sufficiente guardare i dati pubblicati oggi dall’Istat sulla poverta’. La coesione sociale e territoriale deve essere l’obiettivo ineludibile del nuovo esecutivo”. Lo afferma Sergio D’Antoni, deputato e membro della segreteria nazionale del Pd.

  • Bankitalia, D’Antoni: “Combattere disuguaglianze per uscire da crisi”

    “I dati diffusi da Bankitalia confermano che come l’Italia sia ferita e frenata da spaventosi livelli di disuguaglianza nei redditi, nei patrimoni e nelle opportunità. Una deriva che è andata accelerando specialmente negli ultimi dieci anni, complici le politiche disgreganti dell’asse Bossi-Tremonti. E che denuncia ancora una volta il forte nesso causale che lega la cattiva distribuzione della ricchezza alle crisi economiche”. Lo afferma in una nota Sergio D’Antoni, membro della segreteria nazionale del Partito democratico.

  • Crisi, D’Antoni: “Bene Napolitano su patto, serve concertazione”

    “Giusto e importante l’appello del presidente Napolitano sulla necessita’ di realizzare un nuovo patto generazionale per lo sviluppo equo e sostenibile. Un traguardo che il partito democratico invoca da tempo, e che puo’ essere raggiunto solo attraverso un cammino di piena e responsabile concertazione con il corpo sociale”. Lo afferma Sergio D’Antoni, membro della segreteria del Partito democratico.

  • Crisi, D’Antoni: “Ripresa può partire solo da sud”

    “I dati sul Pil meridionale diffusi oggi dall’Istat dimostrano con drammatica evidenza come la partita strategica dello sviluppo nazionale si giochi principalmente al Sud. Nel Mezzogiorno si concentrano le maggiori criticita’ economiche e sociali ma anche le maggiori potenzialita’ di crescita”. Lo afferma in una nota Sergio D’Antoni, membro della segreteria nazionale del Pd.

  • Sicilia, D’Antoni: “A nord interessa sud che cresce”

    ‘E’ interesse del nord avere un sud che cresce e quelle del Carroccio sono polemiche di bassa lega’. Lo ha detto nell’Aula della Camera Sergio D’Antoni del Pd durante l’esame delle mozioni sul ripianamento del debito della Regione Siciliana.

  • Crisi, D’Antoni: “Ok Monti su parti sociali, ora concertazione”

    “Parole importanti quelle rivolte da Monti alle parti sociali, che pero’ devono subito tradursi in comportamenti coerenti da parte dello stesso governo. Il metodo del riformismo partecipato e’ il solo in grado di garantire crescita attraverso provvedimenti efficaci, equi e duraturi. Che Monti gradisca o no il termine, questa strada si chiama concertazione”. L afferma Sergio D’Antoni, deputato Pd e membro della segreteria nazioonale del partito.

  • Crisi, D’Antoni: “Bene Bonanni, serve patto concertativo”

    “Pienamente condivisibili le parole del segretario della Cisl Raffaele Bonanni: per uscire dagli attacchi in cui e’ finita l’Italia occorre tornare al piu’ presto allo spirito ’93. Dalla crisi e dalla speculazione si esce con la coesione sociale e con la concertazione, il governo Monti se ne convinca”. E’ quanto afferma Sergio D’Antoni, deputato Pd.

  • Concertazione, D’Antoni: “Da Monti cattiva ricostruzione storia”

    “La concertazione ha contribuito a risolvere i problemi del paese, non certo a crearli. Spiace sottolinearlo, ma dal presidente Monti oggi e’ arrivata una cattiva ricostruzione della storia italiana”. E’ il commento di Sergio D’Antoni dopo le dichiarazioni odierne del presidente del consiglio Mario Monti.

Pagina 1 di 612345

Video Gallery Blog Rss