Coesione

Pagina 1 di 912345
  • Napolitano, D’Antoni: “Nobile appello a coesione su temi sociali”

    “Dal presidente Napolitano e’ arrivato oggi un appello commosso e nobile, che pone l’accento sulla necessita’ di rispondere in maniera forte e unitaria alle tante emergenze sociali che affliggono l’Italia”. Lo afferma Sergio D’Antoni, del Pd.

  • Sud, D’Antoni: “Dati Svimez smontano luoghi comuni”

    “I dati Svimez confermano del drammatico sottodimensionamento dei trasferimenti in conto capitale al Sud e nel contempo smontano i tanti luoghi comuni che descrivono il Mezzogiorno come una voragine senza fondo di denaro pubblico”. Lo afferma in una nota Sergio D’Antoni, componenete della segreteria nazionale del Partito democratico.

  • Lavoro, D’Antoni: “Da Grillo poche idee ma confuse”

    ul mondo del lavoro, come su molto altro, Grillo dimostra di avere poche idee, ma confuse. Il capo del M5S prima dice basta con i sindacati, poi invoca il modello tedesco di relazioni industriali. Un delirio degno del vecchio Guglielmo Giannini”.

  • Confindustria, D’Antoni: “Analisi condivisibile, tornare a spirito del ‘92-’93″

    Condivisibile e giustificate le allarmate analisi sulle condizioni economiche del paese arrivate in questi giorni delle parti sociali, ultima in ordine di tempo quella giunta da Confindustria. L’errore più grave che si puo’ fare in questo momento e’ ignorare queste voci. Dalla crisi si esce con un sforzo comune, avviando un dialogo concertativo da cui dipende la qualita’ dell’azione riformista del prossimo governo”. Lo afferma Sergio D’Antoni, componente della segreteria nazionale del Pd.

  • Crisi, D’Antoni: “Coesione e concertazione priorità prossimo governo”

    “Per capire quali priorita’ debbano formare l’agenda del prossimo governo, e’ sufficiente guardare i dati pubblicati oggi dall’Istat sulla poverta’. La coesione sociale e territoriale deve essere l’obiettivo ineludibile del nuovo esecutivo”. Lo afferma Sergio D’Antoni, deputato e membro della segreteria nazionale del Pd.

  • Istat, D’Antoni: “Coesione obiettivo ineludibile del prossimo governo”

    “Per capire che la coesione sociale e territoriale deve essere l’obiettivo ineludibile del prossimo esecutivo e’ sufficiente guardare i dati Istat sulla poverta’. Ripartire dalle realta’ piu’ deboli non e’ solo il piu’ stringente imperativo morale, ma anche la piu’ efficace ricetta anticrisi che oggi possiamo realizzare”. Lo afferma Sergio D’Antoni, deputato e membro della segreteria nazionale del Pd.

  • Bankitalia, D’Antoni: “Combattere disuguaglianze per uscire da crisi”

    “I dati diffusi da Bankitalia confermano che come l’Italia sia ferita e frenata da spaventosi livelli di disuguaglianza nei redditi, nei patrimoni e nelle opportunità. Una deriva che è andata accelerando specialmente negli ultimi dieci anni, complici le politiche disgreganti dell’asse Bossi-Tremonti. E che denuncia ancora una volta il forte nesso causale che lega la cattiva distribuzione della ricchezza alle crisi economiche”. Lo afferma in una nota Sergio D’Antoni, membro della segreteria nazionale del Partito democratico.

  • Lavoro, D’Antoni: “Da Polillo uscita infelice”

    “In un botta e risposta con il segretario della Fiom, il sottosegretario Polillo ha affermato ieri che in Germania l’economia va meglio ‘perche’ li’ la gente lavora’. Un’uscita decisamente infelice, su cui il sottosegretario dovrebbe fare chiarezza. Vorremmo tuttavia ricordare a Landini che la causa dell’innegabile spread sulla produttivita’ ha il nome ben preciso di cogestione, il coinvolgimento attivo dei lavoratori nelle sedi decisionali delle aziende”. E’ il commento di Sergio D’Antoni, membro della segreteria nazionale del Pd.

  • Crisi, D’Antoni: “Bene Napolitano su patto, serve concertazione”

    “Giusto e importante l’appello del presidente Napolitano sulla necessita’ di realizzare un nuovo patto generazionale per lo sviluppo equo e sostenibile. Un traguardo che il partito democratico invoca da tempo, e che puo’ essere raggiunto solo attraverso un cammino di piena e responsabile concertazione con il corpo sociale”. Lo afferma Sergio D’Antoni, membro della segreteria del Partito democratico.

  • Primarie, D’Antoni: “Vittoria Bersani premia linea che mette al centro i deboli”

    “La netta e meritata affermazione di Bersani, e in particolare la sua grande conferma nel Mezzogiorno, premia la capacita’ del segretario di avere impostato una linea che indica nella redistribuzione sociale e nella coesione territoriale gli obiettivi centrali della politica di sviluppo nazionale. Bersani ha vinto perche’ ha saputo mettere al centro i deboli”. Lo afferma Sergio D’Antoni, responsabile delle politiche del Pd sul territorio.

Pagina 1 di 912345

Video Gallery Blog Rss